AGRITURISMO ARABESQUE

Nella campagna tipica siciliana, coccolato da buon cibo biologico e dalla gentilezza del nostro personale Ŕ il contesto ideale per le tue vacanze in completo relax ...
Itinerari consigliati
:: Succ >>

MONREALE

Una perla incastonata sulla collina






Le sue origini, si presume, deriverebbero da un antico villaggio arabo situato alle pendici del Monte Caputo, a 310 metri sul livello del mare.
L'importanza di Monreale comincia ad essere tale con l'avvento della dinastia normanna verso l'XI secolo. 
Era in questo luogo che i re normanni si ritiravano per riposare dalle fatiche della guerra e dal governo della Sicilia.
Fu in una notte del 1171 che re Guglielmo II, detto il Buono, ebbe in sogno l'apparizione della Madonna che gli svelava il posto dove era nascosto un immenso tesoro (bottino di guerra di suo padre), con il quale Guglielmo avrebbe dovuto erigere un tempio a lei dedicato.
Il re diede inizio senza indugi alla costruzione del tempio, del Palazzo Arcivescovile e del chiostro.
Dispose che cento monaci della Badia di Cava, con a capo l'abate Teobaldo, si trasferissero a Monreale per officiare nel tempio.
Essi giunsero a Monreale il 20 marzo 1176 e l'abate Teobaldo venne insignito del titolo di "Signore della Città".
Il 5 febbraio 1182 Lucio III, su richiesta dello stesso Guglielmo, elevò la chiesa di Monreale a "Cattedrale Metropolitana".
Primo arcivescovo della diocesi di Monreale è stato fra' Guglielmo del monastero dei Benedettini.
Alla fine del XVII secolo l'Arcivescovo di Monreale possedeva 72 feudi.
Dalla elevazione a Cattedrale Metropolitana ad oggi, la sede di Monreale ha avuto 54 arcivescovi e, tra questi, 14 cardinali della Chiesa.
Già prima che il Duomo fosse finito, il mondo ne parlava con meraviglia: lo stesso papa Alessandro III, in una bolla inviata al sovrano nel 1174, esprimeva tutta la sua gioia per la solennità del monumento.
Lo stile del Duomo, noto ed apprezzato in tutto il mondo, è composito, unendosi in esso gusti architettonici che vanno dall’arte dell’Europa del Nord all’arte araba.
Trattasi di un monumento che è tutto un’opera d’arte, e nel suo insieme e nella miriadi di particolari che lo compongono: dalle porte bronzee in stile romanico al chiostro, dalle tantissime colonne finemente intarsiate alle cappelle; ma il massimo dello splendore lo ritroviamo nei mosaici che in grandissima quantità ornano ogni parete ed ogni angolo del Duomo.
Di grande pregio e valore è altresì il tesoro, al quale si accede attraverso la Cappella del Crocifisso.



:: Succ >>
LocalitÓ Manostalla
90047 Partinico (Palermo)
Tel: +39 0918787755 / +39 0918987985
Fax: +39 0918987663
Email: agriturismoarabesque@tin.it
p.iva: 04143710822
Agriturismo Arabesque

Questo sito è un prodotto Software Point